Sensibilizzazione sull’uso dei monopattini elettrici in Italia

In strada, oltre alle auto e ai mezzi di trasporto pubblico, si registra una presenza sempre maggiore di veicoli di micromobilità in sharing come biciclette e monopattini elettrici. Siamo molto orgogliosi di essere pionieri di questo cambiamento e sappiamo che, per poter integrare il nostro servizio all’interno delle città, dobbiamo mettere al primo posto la sicurezza sia di chi utilizza il servizio che delle persone intorno.

Collaboriamo regolarmente con le autorità civili e le organizzazioni locali al fine di rendere le strade più sicure per tutti, specialmente per i più vulnerabili, come le persone disabili o quelle affette da problemi di natura visiva..

In collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI) e Iren, partner nel settore energetico, abbiamo lanciato una campagna di sensibilizzazione sul corretto utilizzo dei monopattini elettrici in Italia. La campagna, denominata “Sicuro su Dott”, prende il via a Torino e mira a “istruire gli utenti sul corretto utilizzo dei monopattini elettrici, nel rispetto di chiunque altro sia in strada e con particolare attenzione ai pedoni, specialmente quelli affetti da disabilità visive".

La campagna #SicuroSuDott

Volevamo utilizzare il canale su cui gli utenti sono più attivi, quindi quale migliore piattaforma dei social media? La campagna #SicuroSuDott è attualmente attiva sulla pagina Instagram di Dott Italia e sui canali social dell’UICI e di Iren. Si tratta di post e stories con quiz, sondaggi e domande che mostrano gli errori più comuni degli utenti quando usano un monopattino e come invece dovrebbero comportarsi.

Andrea Giaretta, Regional Manager Southern Europe di Dott, spiega il nostro approccio nell’ambito di questa iniziativa: “Non c’è dubbio che i monopattini e le biciclette in sharing rappresentino una profonda innovazione nel contesto della mobilità urbana individuale, e il successo ottenuto da questo servizio ne è chiara dimostrazione. Tuttavia, è molto importante non creare ulteriori difficoltà a coloro che sono affetti da disabilità motorie o visive”.

Per fare in modo che le regole di utilizzo siano ancora più chiare per gli utenti, organizzeremo dei corsi di formazione in presenza nelle città di tutta Italia, non appena sarà possibile farlo. “Ogni giorno lavoriamo per offrire un servizio che sia il più sicuro possibile, non solo per i nostri utenti ma anche per chi ne viene indirettamente a contatto. Questa campagna è dunque un ulteriore strumento che ci permette di offrire una mobilità inclusiva ed accessibile”, afferma Andrea Giaretta.

Strade sicure per tutti

I contenuti della campagna #SicuroSuDott sono stati sviluppati in collaborazione con l’UICI. Il focus è sui problemi che hanno un maggiore impatto sulla mobilità dei pedoni, come ad esempio parcheggiare il monopattino in modo scorretto intralciando il cammino di persone ipo o non vedenti, ma anche di anziani, disabili e bimbi in passeggino.

“Desideriamo ringraziare Dott per aver voluto coinvolgere la nostra associazione nella campagna di comunicazione rivolta agli utenti dei monopattini” afferma Giovanni Laiolo di UICI. La nostra collaborazione con l’UICI è molto importante per garantire che le strade siano sicure non solo per i nostri utenti, ma per tutti i cittadini.

Siamo convinti che un serio lavoro di sensibilizzazione sia lo strumento migliore per garantire una mobilità veramente sostenibile, in grado, cioè, di contemperare cura dell’ambiente, comodità per i cittadini, ma anche sicurezza per le persone più vulnerabili.

Costruiti per un uso responsabile

La sicurezza è un fattore di prioritaria importanza per noi e la campagna #SicuroSuDott è solo una delle tante iniziative volte a sensibilizzare gli utenti riguardo all’utilizzo corretto dei monopattini elettrici, soprattutto per chi è alle prime armi.

Prima che un utente si metta alla guida per la prima volta, l’app gli illustra i concetti di base della sicurezza stradale e le regole del codice stradale, ricordandogli inoltre di usare sempre le piste ciclabili, di non salire sui marciapiedi e di parcheggiare esclusivamente nelle aree apposite. Informiamo gli utenti anche di eventuali zone vietate e li avvisiamo se vanno al di fuori dell’area di utilizzo o se terminano la corsa in aree dove non è consentito parcheggiare. Inoltre, nelle zone a bassa velocità, il monopattino rallenta automaticamente nei pressi di aree in cui è richiesta un’attenzione ancora maggiore, ad esempio all’ingresso di un ospedale, vicino alle scuole o in punti con alta concentrazione di pedoni.

La campagna informativa rivolta agli utenti e le iniziative come SicuroSuDott garantiscono che non si perda di vista l’obiettivo prioritario di garantire un servizio che sia sicuro per tutti.

Scopri di più

Salta su!